Un utile reimpiego delle bottiglie di plastica

SEMPLICE E GENIALE! PAOLO

Un utile reimpiego delle bottiglie di plastica

5 ottobre 2010 – Ambiente

– di Maria Ferdinanda Piva –

0930 cap02 Un utile reimpiego delle bottiglie di plasticaIl reimpiego delle bottiglie di plastica proposto da Re-nest è l’uovo di Colombo: semplicissimo, eppure chi l’avrebbe mai pensato?

La sommità della bottiglia ed il relativo tappo diventano una chiusura praticamente ermetica per i sacchetti, molto pratica per quanti – come per me – amano acquistare i prodotti sfusi.

Per questo ingegnoso riciclaggio basta un colpo di forbici, dicasi uno. Come? Ecco qui.

Trovo assurdo che ogni mezzo chilo di ceci, lenticchie, fagioli, frutta secca, farina (e continuate un po’ voi l’elenco) debba avere un involucro appositamente prodotto.

La confezione è costata materie prime e lavorazioni inquinanti, ma serve solo a riempire le discariche.

D’altro canto il sacchetto, una volta riposto in dispensa, ha il brutto vizio di di aprirsi e di disseminare il contenuto nel modo meno appropriato.

La soluzione? Prendere una bottiglia di plastica tipo quelle dell’acqua e tagliare via con le forbici la sommità, pochi centimetri sotto il tappo.

Togliere il tappo e far passare la parte superiore del sacchetto nel collo della bottiglia. Piegare i lembi all’ingiù. Avvitare il tappo.

E mi raccomando: il resto della bottiglia va nel bidone della plastica della raccolta differenziata.

Su Re-Nest un pratico ed utile riciclaggio delle bottiglie di plastica

http://www.blogeko.it/2010/un-utile-reimpiego-delle-bottiglie-di-plastica/5 ottobre 2010 – Ambiente

– di Maria Ferdinanda Piva –

0930 cap02 Un utile reimpiego delle bottiglie di plasticaIl reimpiego delle bottiglie di plastica proposto da Re-nest è l’uovo di Colombo: semplicissimo, eppure chi l’avrebbe mai pensato?

La sommità della bottiglia ed il relativo tappo diventano una chiusura praticamente ermetica per i sacchetti, molto pratica per quanti – come per me – amano acquistare i prodotti sfusi.

Per questo ingegnoso riciclaggio basta un colpo di forbici, dicasi uno. Come? Ecco qui.

Trovo assurdo che ogni mezzo chilo di ceci, lenticchie, fagioli, frutta secca, farina (e continuate un po’ voi l’elenco) debba avere un involucro appositamente prodotto.

La confezione è costata materie prime e lavorazioni inquinanti, ma serve solo a riempire le discariche.

D’altro canto il sacchetto, una volta riposto in dispensa, ha il brutto vizio di di aprirsi e di disseminare il contenuto nel modo meno appropriato.

La soluzione? Prendere una bottiglia di plastica tipo quelle dell’acqua e tagliare via con le forbici la sommità, pochi centimetri sotto il tappo.

Togliere il tappo e far passare la parte superiore del sacchetto nel collo della bottiglia. Piegare i lembi all’ingiù. Avvitare il tappo.

E mi raccomando: il resto della bottiglia va nel bidone della plastica della raccolta differenziata.

Su Re-Nest un pratico ed utile riciclaggio delle bottiglie di plastica

http://www.blogeko.it/2010/un-utile-reimpiego-delle-bottiglie-di-plastica/

 

PAOLO:DATE UN OICCHIO AL SITO: http://www.blogeko.it

 

CIAO

Un utile reimpiego delle bottiglie di plasticaultima modifica: 2010-10-05T21:56:00+02:00da paoloteruzzi
Reposta per primo quest’articolo