nl di redattoresociale

Le Top News di oggi

Sintesi delle notizie principali del 2 aprile 2010

Newsletter n. 578 – Aggiornata alle ore 16.10


leggi
 tutte le Top News    ****    seguici su facebook


GIORNALISTI NONOSTANTE
I seminari di primavera di Redattore Sociale
MILANO (14 aprile) ROMA (15 aprile)

 

TERREMOTO – Le carriole della discordia non si fermano nemmeno a Pasqua
Sarà presentato a New York nel primo anniversario del terremoto “Comando e Controllo”, documentario di Alberto Puliafito, prodotto da Fulvio Nebbia e dedicato alla gestione delle emergenze e alle trasformazioni del Dipartimento Protezione civile. Il regista: “È la storia di un modello di gestione del potere autoritario, ma dal volto gentile che si sta imponendo in Italia”.
“Uscita di sicurezza”, documentario sulla vita a L’aquila dopo il sisma. Protagonisti un parroco, un fotoreporter, una giovane coppia e alcuni membri dei comitati. Quattro storie personali che intrecciandosi raccontano la vita nella città nei 3 mesi successivi al terremoto, nei suoi aspetti meno conosciuti. Per una volta tendopoli, Protezione civile, cronache e polemiche sono ridotte a ruolo di “comparse”.
Le carriole della discordia. Il Coordinamento carriole – Presidio permanente di piazza Duomo ha risposto alle accuse di strumentalizzazione che fin dalla nascita accompagnano l’iniziativa. In 35 giorni, infatti, sulle carriole aquilane si è detto di tutto. Dapprima che erano carriole “rosse” strumentalizzate dai politici locali a fini elettorali, poi accanto a loro è sceso il vescovo ausiliario de L’Aquila. Domenica scorsa sono state “poste sotto sequestro dalla Digos”. Infine, la presa di posizione contraria del vescovo metropolita. Ma anche a Pasqua saranno in piazza.
L’Aquila un anno dopo: il bilancio della Protezione civile. Fino a 9 mila volontari hanno lavorato in sostegno della popolazione, la Croce Rossa ha distribuito oltre 1,3 milioni di pasti, oltre 200 mila gli interventi dei vigili del fuoco. vai al sito>>

MEDIO ORIENTE – Terra santa, la Pasqua negata dei cristiani
Circa 10 mila i permessi rilasciati secondo l’autorità israeliana per raggiungere i luoghi santi, ma le organizzazioni cristiane della Cisgiordania parlano di soli 3000 ingressi accordati. Chiusi anche i posti di controllo per ragioni di sicurezza. Nella domenica delle Palme migliaia di cristiani palestinesi hanno tentato di attraversare i checkpoint, ma la maggior parte è stata fermata. Prevista per oggi, venerdì santo, una manifestazione di protesta. vai al sito>>  

UNA BUSSOLA PER IL SOCIALE
Richiedi la nuova “Guida per l’informazione sociale”, edizione 2010

IMMIGRAZIONE – Sikh sul piede di guerra 
Circa 400 sikh hanno manifestato oggi a Milano per protestare contro i disservizi del consolato indiano. Chiedono allo stesso di dotarsi di un servizio internet accessibile, per avere le informazioni necessarie e l’apertura di un ufficio consolare a Verona, per servire meglio gli abitanti del Veneto e dell’Emilia. Malhi (rappresentante comunità Sikh Nord Italia): “Ci sono continui rinvii per le pratiche e disservizi. Con gravi disagi per chi deve rinnovare il permesso di soggiorno. Abbiamo cercato di risolvere il problema a livello istituzionale, ma non ci sono state date risposte”. vai al sito>>

COOPERAZIONE – Le ong: deleghe chiare per superare la crisi
In un documento di contributo al  dibattito parlamentare in corso all’interno dell’Intergruppo per gli Obiettivi del Millennio, la “ricetta” delle ong di Link2007. Chiedono ai parlamentari che sia rafforzata la Direzione generale, “ormai abbandonata a se stessa” e un maggiore coinvolgimento delle organizzazioni private e degli enti locali. Tra
 i fattori che impediscono alla cooperazione italiana di essere all’altezza, anche “una endemica mancanza di fondi” e “l’incoerenza delle scelte politiche e la molteplicita degli attori istituzionali che operano nel settore”. vai al sito>>  

PACE – Mine, 70 i Paesi “contaminati”

Campagna mine, “flash mob” a Roma per le persone disabili. L’iniziativa, lanciata dalla Campagna italiana contro le mine, domani 3 aprile in Piazza del popolo, nell’ambito della quinta Giornata internazionale per la sensibilizzazione: dalle ore 16 alle 16.05 un gruppo di persone si raduneranno e si fermeranno per “un momento di riflessione sulle condizioni di vita e sui diritti negati delle persone”. Ancora oggi ci sono circa 70 paesi inquinati da mine e ordigni inesplosi. vai al sito>>

TERZO SETTORE
– Stop alle tariffe postali agevolate: proteste
Appello contro la sospensione delle tariffe agevolate per l’editoria. Il decreto entra in vigore oggi e colpisce le attività di informazione, sensibilizzazione e raccolta fondi delle organizzazioni no profit. L’effetto: un aumento del 500% circa per ogni singola spedizione. In un comunicato congiunto 23 associazioni chiedono l’immediato ripristino. vai al sito>>

IMMIGRAZIONE – Badanti, emozioni e affetti “in trasloco”
In mostra fino al 9 aprile, presso le “Officine fotografiche” di Roma, gli scatti di Roberta Valerio. La fotografa ha seguito 4 badanti che lavorano in provincia di Udine nel periodo in cui, durante le feste, tornano nei loro paesi d’origine: Vera in Moldova, Danuta in Polonia, Halyna in Ucraina, Ioana in Romania. “La loro condizione di solitudine ed estraniamento si rispecchia in un’altra forma di isolamento: quella dell’anziano, anello debole delle società occidentali”.
vai al sito>>
GUARDA LA PHOTOGALLERY “Badanti e il ‘trasloco’ delle emozioni” (free). 

DISABILITA’ – Tenere il ritmo… camminando
Non sentono la musica, ma riescono a suonare ascoltando le proprie vibrazioni e riproducendo i passi di una camminata. Il gruppo “Deaf drums road”, che coinvolge 25 ragazzi, è nato all’interno del Convitto per sordi della capitale ed è guidato da Sergio Quarta. Rosario, uno dei musicisti: “Per me la musica è vita, è un’occasione per riuscire a dimostrare agli altri chi sono e cosa sono in grado di fare”. vai al sito>> 

SOLIDARIETA’ – Un regalo speciale: operazioni alla cataratta per le mamme etiopi
vai al sito>>

Cbm Italia prepara una Festa della mamma speciale. In vista del 9 maggio, l’obiettivo della onlus è quello di ridare la vista al maggior numero possibile di mamme affette da cataratta in Etiopia. Un miracolo possibile grazie a un’operazione di appena 15 minuti, che si può sostenere con una donazione di soli 30 euro. Il denaro raccolto andrà a beneficio del reparto oculistico della clinica St. Francis Health Center di Nazareth e della sua unità oftalmica mobile per la popolazione della regione Oromia, che conta circa due milioni di abitanti.

ciao

nl di redattoresocialeultima modifica: 2010-04-02T19:50:53+02:00da paoloteruzzi
Reposta per primo quest’articolo