nl di redattoresociale

Oggi su www.redattoresociale.it DiRE        n. 527

(Sintesi notizie principali del 20 gennaio 2010)

 

UNA BUSSOLA PER IL SOCIALE

Richiedi la nuova “Guida per l’informazione sociale”, edizione 2010

 

 


IMMIGRAZIONE – I romeni tornano a casa

Sono più di 1.500 i romeni in difficoltà economiche che dall’estate del 2007 ad oggi hanno chiesto al comune di Roma un aiuto per poter lasciare la capitale e tornare in Romania e più di 1.100 sono già a casa. Si tratta per lo più di persone provenienti da insediamenti abusivi, in parte di senza dimora o persone che d’un tratto si sono trovate senza lavoro e senza alloggio. Si torna in autobus, il biglietto lo paga l’amministrazione. vai al sito>>

IMMIGRAZIONE – Rosarno, parlano gli immigrati dal Cie e dal Cara di Bari 
Una delegazione di MigrEurop ha ascoltato alcuni degli africani trasferiti dalla cittadina calabra. Denunciano il clima di violenza, sfruttamento e intimidazione al quale sono stati sottoposti prima del 7 gennaio: “La paura era una costante: i migranti sono stati le vittime, non i responsabili delle violenze”. Parlamentari e associazioni chiiedono per loro un permesso di soggiorno come vittime di sfruttamento e che la magistratura li ascolti nell’ambito delle inchieste contro le aziende agricole e la mafia locale. Nel Cie ancora detenuto un migrante rimasto ferito negli scontri.
– A Rosarno il centro d’accoglienza “non si farà”. Parla il responsabile della Compagnia di Gesù De Luccia: “Alcune organizzazioni della società civile, e cattoliche come le Acli, la Compagnia di gesù e il Centro Astalli  stavano dando vita al progetto di un centro per l’accoglienza dei lavoratori immigrati. Ma questa cosa avrebbe dato sicuramente fastidio a tanti…”.  
– 
“Legge sull’immigrazione, un grande passo avanti”. Soddisfatte le associaizoni campane  per l’approvazione della normativa che prevede l’accesso allo stesso sistema di tutela dei cittadini italiani oltre a misure speciali. Morniroli (Dedalus): “Meglio tardi che mai, significativo che sia stata approvata dopo i fatti di Rosarno”. vai al sito>>


IMMIGRAZIONE – Tornano gli afgani all’Ostiense, ora vivono in tenda

Dopo lo sgombero dalla “buca” e i nuovi insediamenti in collina, solo a pochi metri, sono nati tre nuovi insediamenti per circa 100 persone vicino all’ultimo binario della stazione romana. Per loro nessun campo attrezzato o servizio di orientamento, ma solo tende all’aperto distribuite ieri sera da Medici per i diritti umani. I traguardi raggiunti negli scorsi mesi dalle associazioni al momento sono stati cancellati. Barbieri: “La situazione è disperata”. vai al sito>>
VAI ALLA FOTOGALLERY

 

CASA – Sfratti, proroga del blocco: il governo tace

La proroga è scaduta il 31 dicembre, mentre oggi scade la sospensione relativa al periodo natalizio, ma il governo non ha fatto sapere nulla né alle amministrazioni locali né alle organizzazioni sindacali e di categoria. I presidenti di alcuni municipi romani scrivono a sindaco e prefetto: “La ‘dimenticanza’ del governo lascerà senza casa tante famiglie, mettendo a rischio la vita di migliaia di persone con redditi bassi”. A Roma le richieste di sfratto sono aumentate del 171,62% in un anno. L’80% è per morosità. Nei prossimi due anni 150 mila famiglie potrebbero perdere la casa. Scendono in piazza l’Unione Inquilini e Action. vai al sito>>
   

DISABILITA’ – Nasce Superabile Magazine
Nel numero zero del nuovo mensile dell’Inail dedicato alla disabilità – il lancio ufficiale è previsto entro i primi mesi del 2010 – si parla di letteratura per ragazzi, insegnanti di sostegno, vacanze sulla neve, basket in carrozzina. Intervista in esclusiva a Stefano Benni. Il direttore Carletti: “Vogliamo portare alla ribalta temi, esperienze, problemi e buone prassi di un mondo ricco di potenzialità”.
– Così la nuova letteratura per ragazzi racconta la disabilità. Non vogliono né impietosire né commuovere, ma favorire l’incontro con la diversità. Sono gli eroi “speciali” delle fiabe che la letteratura per ragazzi degli ultimi anni ha prodotto per raccontare la disabilità con toni di volta in volta poetici, malinconici, satirici ma mai stucchevoli o pietistici. E i piccoli editori osano. L’Inchiesta di Superabile Magazine.vai al sito>>

– SCARICA E GUARDA LA RIVISTA –


IMMIGRAZIONE – Laboratorio Zeta, dopo lo sgombero si dorme in strada

A Palermo da stanotte presidio permanente degli attivisti e dei migranti sudanesi, ospiti dal 2003 nel centro: hanno dormito in strada all’interno di sei tende. Alle 11 le suore valdesi hanno portato ai manifestanti delle coperte. Attesa nel pomeriggio l’assemblea cittadina. “Inutile ostentazione muscolare” per l’Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione che denuncia “la totale e perdurante incapacità delle autorità italiane a gestire le situazioni complesse che riguardano l’immigrazione”. vai al sito>>  

 

TERREMOTO – Haiti, sms solidali: “Nessuna trattenuta da gestori”
Agire ha raccolto oltre 7,6 milioni per le popolazioni colpite dal sisma e chiarisce: “L’intero importo di 2 euro, da rete mobile e da rete fissa, viene interamente devoluto e non è soggetto ad alcun tipo di imposizione fiscale”. Domani la conferenza stampa per presentare l’attività di emergenza e primo soccorso e su come saranno destinati i fondi.
Pronti a partire gli psicologi dell’Emilia Romagna. Sono 7 i volontari dell’associazione Psicologi per i popoli che si muoveranno su richiesta della Protezione civile. Fra loro il bolognese Matteo Mingarelli, 31 anni: “Daremo la priorità ai bambini”. La presidente Paladini: “Un altro gruppo è disponibile a intervenire in Italia, al fianco delle famiglie dei dispersi”. Al via anche un master per formare nuovi volontari. vai al sito>>

 

LAVORO – Calabria, voucher contro il lavoro nero
Dopo i fatti di Rosarno, un sistema semplice per agevolare l’occupazione e contrastare le irregolarità:  buoni lavoro, del valore di 10 euro, con cui si paga la prestazione del lavoratore occasionale. Sono reperibili presso qualunque ufficio postale e cumulabili con i trattamenti pensionistici. Iniziativa dell’Inail. vai al sito>>


MINORI – Reality sull’adozione, Ciai: “Nessuno ha chiesto il parere dei bambini”

Le perplessità del Centro italiano aiuti all’infanzia sulla trasmissione “Mamma ha preso l’aereo” che andrà in onda su La7: “Dubbi sull’opportunità di mettere allo scoperto un’esperienza umana tanto intima e delicata”. Sei coppie sono state seguite nel loro percorso adottivo, dall’abbinamento al rientro in Italia, compreso il primo incontro con il bambino. La prima puntata in onda  l’11 febbraio. vai al sito>> 

 

GIOVANI – Cambiamenti climatici, i più disinformati sono gli africani

Presentata oggi al Meeting di Bari (19-21 gennaio), in anteprima mondiale, l’inchiesta condotta da Gallup Europe su 83.504 “under 30” di 139 paesi tra il 2008 e il 2009. I giovani più disinformati sono quelli africani: in Italia 1 ragazzo su 3 non ne ha mai sentito parlare. vai al sito>>

 

ANZIANI – Emilia Romagna, “più poveri, ma ancora attivi” 

La fotografia degli ultra 64enni nell’indagine regionale “Passi d’argento”, sulla salute e la qualità della vita. Uno su due dichiara “difficoltà ad arrivare a fine mese”, anche se il 95% ha una pensione. Il 52% continua ad essere una risorsa per familiari e comunità. vai al sito>>

 

SENZA DIMORA – A colazione con il presidente della provincia

Una ventina di clochard alle 6,30 di questa mattina sono stati invitati nella sala della giunta di Trento, accompagnati dai responsabili della Conferenza San Vincenzo. Durnwalder: “Ho voluto ascoltare le storie personali, i problemi di ogni giorno e le richieste alla politica, per capire dove intervenire”.
Milano, oltre mille accoglienze in un mese. Il tendone riscaldato, allestito nella piazza del Cimitero monumentale dalla Croce Rossa, è attivo da circa 30 giorni. Novaga: “La metà delle 30 persone che ospitiamo ogni sera è abituale”. Oltre 1400 le ore di servizio prestate dai volontari. vai al sito>>

AFRICA – Scuole inesistenti, violenze: le sfide dell’educazione in Senegal

Le famiglie e gli educatori in alcune parti della zona di Casamance, colpita dal conflitto, nel sud del Senegal, stanno affrontando una serie di sfide, una delle quali è la mancanza di classi per i bambini delle scuole primarie. A Narang, vicino al confine col Gambia, “centinaia” di minori attraversano la frontiera per andare a scuola: le scuole nella parte senegalese, dove esistono, sono strutture improvvisate. E a causa delle violenze, gli imprenditori non entrano per costruirne di nuove. vai al sito>>


Etc. etc. vai al sito>> 

nl di redattoresocialeultima modifica: 2010-01-20T20:06:53+01:00da paoloteruzzi
Reposta per primo quest’articolo