LE TOP NEWS DI REDATTORESOCIALE

 

Redattore Sociale DiRE

Le Top News di oggi

Sintesi delle notizie principali del 26 gennaio 2010
Newsletter n. 531

IMMIGRAZIONE

26/01/2010

Dopo Rosarno, lo spettro della schiavitù nella Piana di Sibari

Un’area sconfinata, costellata di agrumeti e vigneti, racchiusa tra il Massiccio del Pollino, la Sila e il Mar Jonio. Anche qui lavorano, vivendo ammassati in alloggi di fortuna, migranti per lo più irregolari, dediti al lavoro agricolo e vittime del racket della ‘ndrangheta. Approdano in Calabria come stagionali, oppure giungono dal nord Italia, spinti dalla chiusura delle fabbriche. Guadagnano 20-25 euro al giorno, lavorando anche 12 ore. Spesso ai migranti viene chiesto il pagamento di una somma che si aggira intorno alle 6 mila euro, unico modo di essere chiamati a guadagnarsi da vivere in un sistema gestito da cooperative senza scrupoli

IMMIGRAZIONE

26/01/2010

Nella Sibaritide c’è “Casa la Rocca”: accoglienza contro lo sfruttamento

Il sostegno di Cidis ai migranti della Sibaritide. Per queste persone è fondamentale avere un alloggio dignitosa e assistenza sociale. La struttura risponde a queste necessità, offrendo servizi su un territorio martoriato dallo sfruttamento. Ma per i tanti migranti che lavorano nelle zone di produzione agrumaria c’è anche il sostegno degli sportelli di orientamento e intermediazione: operatori e mediatori linguistici forniscono, oltre a servizi di intermediazione abitativa, anche orientamento al lavoro, recruiting, consulenze

GIORNATA MEMORIA

26/01/2010

Olocausto e diritti umani: per i giovani europei una lezione mancata

Le violenze del passato non vengono tradotte in lezioni attuali per comprendere l’olocausto e il ruolo dei diritti umani. È la conclusione cui giunge il rapporto pubblicato oggi dall’Agenzia europea per i diritti fondamentali, che sarà presentato ai ministri riuniti ad Auschwitz per la giornata di commemorazione delle vittime del nazismo. Secondo la Fra, manca un legame didattico fondamentale tra le lezioni storiche sull’olocausto e il loro contenuto potenziale e fortemente educativo sui diritti fondamentali, sia nei programmi scolastici che nei 22 siti di commemorazione dell’olocausto. Per colmare la lacuna, l’agenzia realizzerà due manuali.

MINORI

26/01/2010

I bambini raccontano lo sfruttamento sul lavoro

Bambini nepalesi che impastano mattoni, coetanei del Guatemala che spaccano pietre, un ragazzo peruviano che scava in un campo, due bambini vestiti da soldati nello Zimbawe: è il racconto di scene quotidiane di sfruttamento minorile in 54 dipinti e disegni, realizzati da bambini provenienti da Paesi di tutto il mondo. La mostra “Il lavoro minorile attraverso gli occhi dei bambini”, promossa dall’Organizzazione internazionale del lavoro, sarà esposta dal 5 all’8 febbraio al Campidoglio e dall’8 al 14 al Vittoriano.

MINORI

26/01/2010

Lavoro, Alemanno: “A Roma sfruttati il 26,9% di bambini italiani”

Occupato in attività lavorative di vario genere anche il  41,4% dei minori stranieri; più a rischio le zone dell’VIII municipio e quelle intorno a Tor Bella Monaca”. Percentuali “preoccupanti” per il primo cittadino, che ricorda l’impegno per i bambini che vivono nei campi rom: “Per evitare la dispersione scolastica servizio di ventinove bus-navetta che vanno dai campi alle scuole. E’ un investimento sul futuro”.

DISABILITA’

26/01/2010

“Mongoloide” al Grande Fratello: le scuse arrivano in diretta tv

La conduttrice Alessia Marcuzzi, nella puntata del Grande Fratello andata in onda ieri, ha criticato il continuo utilizzo della parola ‘mongoloide’, usata in senso dispregiativo, da parte dei concorrenti della trasmissione: “Dimostrate ignoranza e poco rispetto per chi è affetto dalla sindrome di Down: ci scusiamo noi a nome vostro”. Nei giorni scorsi, l’Associazione italiana persone down (Aipd) aveva chiesto delle scuse a nome di tutte le persone offese.

PROSTITUZIONE

26/01/2010

In Europa esercitano soprattutto romene (12%) e bulgare (7%)

Studio della ong Tampep: prostitute sempre più comunitarie in seguito all’allargamento dell’Ue e al giro di vite sull’immigrazione extracomunitaria. Dopo romene e bulgare, seguono polacche, ungheresi e lettoni. Nella maggior parte dei paesi occidentali, la quasi totalità delle prostitute sono di origine migrante.
Leggi il testo completo dell’indagine:
http://tampep.eu/documents/TAMPEP%202009%20European%20Mapping%20Report.pdf

SOLIDARIETA’

26/01/2010

Da villa in disuso a casa famiglia e centro per disabili

Poco fuori Roma, sull’Ardeatina, in una tenuta di 120 ettari della Società San Paolo nascerà un villaggio solidale grazie al lavoro della Fondazione Talenti. Previsti servizi e reti di sostegno per le mamme sole con figli, un centro semiresidenziale e di riabilitazione per disabili, un agriturismo sociale con servizi dedicati alle famiglie con ragazzi disabili, attività ricettive e laboratori. Per anni la villa ha ospitato religiosi, ora è in disuso.

VOLONTARIATO

26/01/2010

In Piemonte è “giovane”

Circa 2600 organizzazioni e 650 mila volontari, di cui 180 mila impegnati in modo stabile: 1 volontario su 5 ha meno di 30 anni e per il 10% delle associazioni i ragazzicostituiscono la risorsa prevalente. Alla vigilia della quarta Conferenza regionale (29-30 gennaio) il bilancio dell’assessore al Welfare, Migliasso: “Molti i progetti e le attività rivolte ai giovani. Possiamo dire con vanto che se ne vedono i risultati”. E la presidente Bresso guarda all’Europa: “Sempre più forte la convinzione di un destino comune e di problematiche interconnesse”.

GIORNATA MEMORIA

26/01/2010

Giovani italiani sul treno della memoria verso Auschwitz e Birkenau

Diverse le iniziative in programma a Napoli per la Giornata della memoria. Si comincia oggi: 100 ragazzi campani, coordinati dalla sede regionale di Libera, partiranno insieme ad altri ragazzi delle regioni del nord Italia, sul treno della memoria che li porterà in viaggio verso Auschwitz e Birkenau. Domani partirà un’altra delegazione di studenti e insegnanti per iniziativa della provincia di Napoli. Il presidente Cesaro: “Vedere con i propri occhi quello che ha potuto produrre la follia dell’uomo è qualcosa che i nostri ragazzi non dimenticheranno facilmente”.

grazie

LE TOP NEWS DI REDATTORESOCIALEultima modifica: 2010-01-26T07:55:00+01:00da paoloteruzzi
Reposta per primo quest’articolo