CINISELLO CITTA’ APERTA (RETE ANTIRAZZISTA)

Nasce Cinisello Città Aperta, una rete antirazzista a cui aderiscono a pari titolo singoli cittadini italiani e migranti, associazioni, sindacati e partiti per promuovere insieme il dialogo e la conoscenza dell’altro.

Cinisello Balsamo da sempre è stata interessata dalla presenza di immigrati, ieri dal Sud Italia, oggi dal resto del mondo

Abbiamo l’idea di creare sempre più spazi di incontro e conoscenza tra tutte le persone di culture diverse che insieme possono arricchire e contribuire a migliorare la convivenza civile nella nostra città.

Purtroppo da tempo assistiamo ad un arretramento culturale alimentato dalle politiche governative volte a nascondere i veri problemi (crisi economica, salari bassi…) scaricando le responsabilità dei nostri guai sugli immigrati, che costituiscono la parte più debole della nostra società.

Le istituzioni non bastano è necessario che cittadini e associazioni partecipino a migliorare la convivenza civile tramite un lavoro e una presenza diversificata e costante sul territorio, consapevoli dei diversi problemi che affliggono alcuni quartieri della nostra città.

 

Non farti prendere dalla paura del diverso che tanti politici e mezzi di informazione vogliono importi!

Non partecipare alla guerra tra poveri che vogliono farci combattere!

Non vogliamo un’altra Rosarno!

Non ascoltare i richiami razzisti di chi vuole cacciare gli immigrati o li considera solo forza lavoro senza diritti!

Invitiamo tutti i cittadini a partecipare alla

serata di presentazione

con musica e momenti di aggregazione.

venerdì 26 febbraio, dalle ore 20,30,
Salone Matteotti, via primo Maggio
ENTRATA LIBERA

Con la partecipazione dei gruppi musicali:
Hot Dogma

The Sugar Plum Fairy

e musica etnica

Si ringrazia il Circolo Auprema per la concessione del salone G. Matteotti

 

 info@cinisellocittaperta.tk      www.cinisellocittaperta.tk

ciao

 

CINISELLO CITTA’ APERTA (RETE ANTIRAZZISTA)ultima modifica: 2010-02-24T07:55:00+01:00da paoloteruzzi
Reposta per primo quest’articolo