BILANCIO 2011 FONDAZIONE CARIPLO

 

Le inviamo la Newsletter di Fondazione Cariplo.

Buona lettura!

 


 

 

 

 

 

 

 UN BILANCIO NEL BILANCIO: PUBBLICATO IL RAPPORTO ANNUALE

Caro Amico,
é con vivo piacere che Le presento l’edizione 2011 del rapporto annuale di Fondazione Cariplo.

Si tratta di un’edizione ulteriormente impreziosita, principalmente per due motivi: da un lato abbiamo dedicato un ulteriore approfondimento all’analisi dei risultati, fornendo numerosi dettagli sull’attività di valutazione ex post; dall’altro abbiamo voluto che questa fosse l’occasione migliore anche per fare un “bilancio nel bilancio”, riportando una sintesi dei vent’anni di storia della nostra Fondazione di cui nel 2011 si celebra, appunto, l’anniversario.

Vent’ anni fa l’Italia e la Lombardia erano in una situazione particolare: si iniziava a parlare di crescita zero della popolazione, di boom dell’immigrazione, di devianza giovanile. L’economia del Paese era in difficoltà, il settore della ricerca rappresentava un fattore di sviluppo determinante, emergevano le grandi tematiche ambientali. Quante similitudini col contesto di oggi.

Fondazione Cariplo si è mossa in questo contesto, analizzandolo e cercando di anticipare i bisogni: ha affrontato il problema dell’emergenza abitativa con progetti di housing sociale, oggi alla base delle politiche del Governo; ha aiutato i disabili a progettare una vita autonoma indipendentemente dal sostegno familiare; ha valorizzato in modo nuovo i beni artistici e culturali, per farli diventare volano economico del territorio e del Paese, facendo nascere i distretti culturali. Ha promosso il rispetto dell’ambiente, a partire dall’uso della bicicletta, soprattutto tra i giovani. Ha favorito l’integrazione tra italiani e stranieri, a cominciare dal mondo della scuola, e l’inserimento lavorativo delle persone svantaggiate, soprattutto dei malati psichiatrici.

A realizzare queste attività e questi progetti, nei diversi settori, lo sappiamo bene, sono gli enti non profit. Un mondo ricco e variegato che ha a cuore il bene comune, proprio come Fondazione Cariplo e che in questo periodo difficile hanno dato un fondamentale contributo, anche in termini di solidarietà, per ridurre gli effetti della crisi che abbiamo attraversato.

C’è coesione sociale dove le persone sono integrate, hanno solidità sul piano degli affetti, dell’occupazione, della salute, dell’abitazione; e, appunto, laddove hanno opportunità di crescere culturalmente, in un ambiente sano e in un contesto che mira ad innovarsi, imparando ad apprezzarne le bellezze artistiche e creative.

Debbo un particolare e sincero ringraziamento a tutti coloro che lavorano in Fondazione Cariplo e che ci hanno consentito, con la loro dedizione e la loro passione, di ottenere risultati importanti.

Fondazione Cariplo da giovane sta diventando adulta, proprio come le persone. Vent’anni sono importanti per tutti. E spesso sono un’età fondamentale per il futuro. 

Giuseppe Guzzetti, Presidente di Fondazione Cariplo
BILANCIO 2011 FONDAZIONE CARIPLOultima modifica: 2011-08-05T11:54:45+02:00da paoloteruzzi
Reposta per primo quest’articolo