300 PSICOLOGI PER MILANO

http://www.chiamamilano.it/notiziario/539/5


Al via un servizio di assistenza psicologica gratuita e agevolata 

Le conseguenze di una crisi economica che non accenna ad allentare la propria morsa è sotto gli occhi di tutti, e non si tratta solo di effetti quantificabili in aumento della disoccupazione, impennata delle ore di cassa integrazione, calo vertiginoso dei consumi -anche di quelli alimentari e di beni di prima necessità-, contrazione al minimo storico dei crediti a famiglie e imprese.
Dall’inizio della crisi il disagio psicologico è cresciuto di pari passo con quello economico e sociale.
Le conseguenze di quella che, almeno per l’Europa, troverà posto nei libri di storia come una crisi forse peggiore di quella seguita al 1929, sono ovviamente anche di ordine psicologico. La perdita del lavoro, la riduzione del reddito disponibile, il crollo delle aspettative per se stessi e il futuro della propria famiglia, la rinuncia ad un ventaglio di consumi che solo fino a pochi anni fa, se non necessari, erano ritenuti acquisiti per sempre lasciano profonde cicatrici non solo materiali. Anzi, sono le ricadute psicologiche a lasciare le tracce negative più durature, a spezzare gli equilibri familiari, ad avviare chi si vede privato anche della speranza nel tunnel della depressione, a provocare cortocircuiti mentali che possono avere esiti tragici.
Ovviamente in una situazione di disagio economico che costringe a rinunciare anche all’essenziale l’assistenza psicologica diventa un lusso.
A dare una risposta a questa necessità sempre più diffusa arriva oggi il Comune di Milano che ha presentato  un progetto che assicurerà assistenza psicologica gratuita o a condizioni agevolate  per  persone in difficoltà economiche e disagio sociale. Dal 22 maggio chi  ha  bisogno  di  essere seguito da uno psicologo ma non ha i mezzi per farlo  potrà  contare  su un servizio di consulenza gratuito o a condizioni agevolate  a seconda della propria situazione economica e della gravità del proprio stato. Si tratta della prima iniziativa di questo genere a livello nazionale e nasce dalla collaborazione tra Comune di Milano, Ordine degli Psicologi della Lombardia e  una  quarantina  di  enti  e  associazioni attivi sul territorio che già forniscono assistenza con personale specializzato.
Saranno 300 gli psicologi coinvolti che si occuperanno di 850 persone (150 gratuitamente, 700 a condizioni agevolate) segnalate dal Comune. Le “prese in carico” saranno continuative e saranno garantite da quaranta enti, operanti a Milano da almeno tre anni nel sostegno  alla  sofferenza  psicologica  e all’emarginazione, selezionati dall’Ordine degli psicologi della Lombardia che ne sarà il garante.
Inoltre, nell’ambito di questo servizio, gli psicologi sono affiancati da mediatori culturali, educatori e consulenti legali

Ettore Pareti

300 PSICOLOGI PER MILANOultima modifica: 2013-05-24T19:17:00+02:00da paoloteruzzi
Reposta per primo quest’articolo