11/2 nl di redattoresociale

Redattore Sociale  DiRE

Le Top News di oggi

Sintesi delle notizie principali dell’11 febbraio 2010

Newsletter n. 543 – Aggiornata alle ore 16.30

 

leggi tutte le Top News    ****    seguici su facebook

 
 

 

 

IMMIGRAZIONE – Sciopero del primo marzo: occasione mancata?

Viaggio tra i principali organi di informazione degli stranieri in Italia: l’idea di uno sciopero dei migranti piace ai giornalisti e alle loro testate ma, in qualche caso, c’è anche il rammarico che possa trasformarsi in un’occasione mancata. Steven Ogongo, direttore editoriale di “Africanews”: “Lo sciopero è soprattutto simbolico, ma è un primo passo verso l’emersione degli immigrati”. Secondo il quotidiano romeno “Adevarul” non ci sarà una concreta partecipazione. Il caporedattore Gaita: “C’è la paura di perdere il posto di lavoro e poi l’iniziativa non è stata organizzata dai maggiori sindacati”. Anna Maria Malczewska, vice caporedattore del mensile “Nasz Swiat”: “La maggior parte dei lavoratori polacchi parteciperà”. Khalid Chaouki, direttore di Minareti.it: “Siamo ancora distanti da uno sciopero vero è proprio. Questa iniziativa si trasformerà in un’occasione di protesta”. vai al sito>>

 

IMMIGRAZIONE – Crescono le rimesse dall’Ue
I dati di Eurostat: nel 2008 quasi 32 miliardi. Aumento dell’1,6% rispetto al 2007 (31,3 miliardi di euro) e del 65% rispetto al 2004 (19,4). Considerati sia i flussi verso altri paesi dell’Unione che verso quelli non comunitari, questi ultimi in “forte crescita” (da 11,5 miliardi del 2004 a 22,5 nel 2008). Circa i due terzi delle risorse da quattro nazioni: Spagna (circa 25%), Italia (20%), Francia (11%) e Germania (10%). vai al sito>>

 

VIOLENZA – Legge anti-stalking: mille arresti
Circa mille arresti e più di 5 mila denunce. È il bilancio dei primi dieci mesi dall’entrata in vigore della legge anti-stalking. Il ministro Mara Carfagna: “Tolleranza zero nei confronti degli autori di violenze contro donne e bambini”. A Milano, formazione ad hoc per 420 agenti delle Forze dell’ordine, in collaborazione con Asl e associazioni del Terzo settore. vai al sito>>

POVERTA’ – I “nuovi poveri” stranieri bussano alla Caritas

Aumentano le persone che si rivolgono ai servizi per chiedere aiuto economico, casa e lavoro. Il direttore mons. Nozza: “Dal 2007 al 2008 incrementi medi del 20%”. Crescono le richieste degli italiani e le povertà “di ritorno” tra i migranti: in Toscana il 20% degli stranieri che hanno chiesto aiuto per la prima volta erano in Italia già da 6 anni; a Venezia, in meno di un anno, circa il 10% delle badanti  (4 mila donne in gran parte dell’Est europeo) sono tornate al loro paese.
– Il bilancio degli interventi. Sono almeno 125 le iniziative messe in campo contro la povertà in Italia dalla Chiesa e dalla Caritas a settembre 2009. Nel periodo 2002-2008 anche grazie all’8 per mille, per combattere la povertà sono stati impiegati circa 110 milioni di euro. Il poliambulatorio-ostello della Caritas di Roma in 13 anni ha accolto 1 milione e 200 mila persone. Domenica la visita del Papa.

– “Un reddito minimo di inserimento sarebbe una cosa ottima”. Mons. Nozza: “Finire dentro la povertà può capitare, ma è opportuno creare delle condizioni per cui se non tutti, qualcuno riesca a ridarsi un futuro più sereno e dignitoso”. vai al sito>>

 

CARCERE – Epatite, Aids, suicidi: emergenza nel Lazio
Il 62% dei detenuti delle carceri del Lazio ha patologie che richiedono un intervento medico, quasi il 40% è affetto da epatite cronica, e il 27% soffre di disturbi psichici. Circa 200 dei 2500 sieropositivi detenuti nelle carceri italiane vivono negli istituti di pena della regione. In crescita i suicidi: nel 2009 sono stati 72, 15 nel 2010. Mariani, direttore Regina Coeli: “Servono interazione e cooperazione tra l’istituzione sanitaria e quella penitenziaria”. Consolo (Dap): “Tossicodipendenza, problema drammatico”. Marroni, garante dei detenuti: “Si muore non solo di suicidio, ma anche di malasanità. Il carcere sia la pena estrema”. Turco (Pd): “In carcere 10 mila detenuti che potrebbero essere affidati ai servizi sociali”. vai al sito>>

 

IMMIGRAZIONE – I migranti di Rosarno: “Senza casa né lavoro”
Una delegazione ricevuta dalla prefettura di Roma. Abu: “Siamo senza un lavoro, senza una casa, senza niente”. Chiedono il permesso di soggiorno umanitario per tutti. Alcuni degli stagionali sono ora ospitati dal centro sociale ex Snia. vai al sito>>

 

LAVORO – Sos per i giovani di Scampia
Presentato un progetto di sviluppo locale co-finanziato dalla Fondazione per il Sud con l’intento di rafforzare le esperienze portate avanti da anni dalle organizzazioni no-profit. Coinvolti 26 enti, 60 operatori e più di 20 docenti per la formazione. Il comune di Napoli sosterrà il progetto con un finanziamento pari a 120 mila euro. vai al sito>>

 

DISABILITA’ – “Il 112 sia accessibile”
In occasione della Giornata europea del 112, le associazione europee dei disabili tornano a chiedere che la linea gratuita per le emergenze sia davvero utilizzabile al più presto da tutti i disabili. L’Italia, già richiamata al rispetto della normativa comunitaria dalla Commissione Ue, è ancora indietro: il numero unico non è stato attivato e chi chiama il 112 si sente ancora rispondere dai carabinieri.

– Strategia di Lisbona, “coinvolgere i disabili”. Lo chiede l’European Disability Forum in una lettera aperta ai capi di Stato e di governo riuniti oggi a Bruxelles. L’organizzazione invita ad adottare il “Patto europeo sulla disabilità”. vai al sito>>

 

WELFARE – Umbria, arriva la legge per la famiglia
Approvata alla fine della legislatura, è frutto di una iniziativa popolare promossa dal Forum delle associazioni familiari. Una battaglia lunga 3 anni, con 12 mila firme raccolte e 15 mila cartoline inviate agli esponenti di tutti gli schieramenti politici. Tra i principi: sostegno alla funzione genitoriale nei compiti di educazione dei figli, riconoscimento dell’associazionismo familiare e di un suo ruolo attivo nella programmazione del sistema dei servizi alla persona. vai al sito>>
 

AMBIENTE  – Green Social Festival: in scena il futuro sostenibile

A Bologna dal 14 al 19 febbraio il primo “Green Social Festival”: incontri, spettacoli, laboratori per 3 mila ragazzi per educare alla lotta agli sprechi e a consumi eco-compatibili. E il preside di Agraria Andrea Segrè, ideatore del Last Minute Market, diventa attore per una conferenza scenica in anteprima nazionale. Tra i protagonisti ci saranno Prodi, Bersani, Altan e don Ciotti. vai al sito>>
 

– Etc. etc.

 

leggi tutte le Top News    ****    seguici su facebook

 

11/2 nl di redattoresocialeultima modifica: 2010-02-11T23:55:00+01:00da paoloteruzzi
Reposta per primo quest’articolo